SEGUENDO I DETTAMI DI CAMBRIDGE

LETTERA

 

Ho applicato alla lettera gli schemi alimentari e penso proprio di averla imbroccata giusta

 

Caro Valdo, la presete per ringraziarti delle tesine che mi arrivano con puntualità e per dettagliarti sulla situazione che già ti avevo illustrato sommariamente a Gandino.

Ho cominciato ai primi di maggio ad alimentarmi secondo i dettami di Cambridge 2000, troncando subito con le vecchie abitudini.

Stop radicale a caffè, alcolici, cioccolato, carne, latte, uova bevande gasate, succhi industriali.

Spazio completo a 5 pasti giornalieri di sola frutta, e ai 2 dedicati alle verdure, ai tuberi, ai cereali integrali e alla frutta secca.

Devo ancora perfezionare gli abbinamenti, ma ritengo di essere sulla buona strada.

Provengo da 5 interventi chirurgici a giugno

A metà giugno ho subito, senza contare il dentista, 5 interventi chirurgici tra appendice, prostata, due ernie inguinali, vene varicose e safenectomia alle gambe.

Oltre all’ipertensione e all’iperuricemia croniche, ho sofferto di artrosi psorasica, di herpes e di gastrite erosiva.

Da oltre 10 anni si è formata una ciste innocua (dice l’urologo) ad un testicolo, e da qualche anno l’ecografia addominale rileva steatosi. 

Un piano purificativo per la stagione fredda

Per la stagione invernale programmerò un digiuno, al fine di promuovere una accelerazione purificativa.

Il paratormone saltuariamente si alza a un valore attorno a 100, la calciuria ed anche il fosfato inorganico sono bassi.

Preciso che questi valori non sono stati più controllati dopo l’inizio dell’alimentazione stile Cambridge.

In 4 mesi di veganismo crudista ho normalizzato e migliorato colesterolo, trigliceridi, acido urico e glicemia

Spero siano rientrati nella norma come già successo come già accaduto magistralmente per il colesterolo (da 220 a 155), per l’acido urico (da 8 a 6,5), per i trigliceridi (da 180 a 56), per la glicemia (da 100 a 86, nonostante i cestoni di frutta consumati).

Tali valori furono controllati a settembre, dopo appena 4 mesi di alimentazione vegana tendenzialmente crudista.

Ti segnalo anche, per completezza del quadro, l’acido folico a 13,1, la B12 a 165, le proteine totali a 6,5, il TSH a 3,070, il ferro a 124, il sodio a 139, il potassio a 4,66, il calcio a 9,15, la creatinina a 0,82 e il colesterolo HDL a 36.

Forza, energia, lucidità mentale e sonni profondi completano il quadro

Oltre alla soddisfazione di esami-sangue nella norma, assaporo i gusti dei vegetali in modo del tutto diverso, comprendendone i duraturi vantaggi che essi offrono.

Ho recuperato forza ed energia, ho migliorato la lucidità mentale, e l’insonnia è stata definitivamente sconfitta.

Il profumo del caffè e il gusto del cioccolato (ero abituato a 3 tazzine per giorno e a 4 tavolette per settimana) mi lasciano indifferente.

Sto convincendo anche mia moglie, è questo ha del miracoloso

Dopo Gandino, a cui ha partecipato anche mia moglie, la gioia più grande è quella di essere riuscito a convincerla sulla bontà e sui benefici dei miei comportamenti virtuosi.

Gli inizi promettono bene.

Si sta impegnando, pur mantenendo i suoi 7 caffè al giorno.

Spero, visti gli straordinari risultati che sto giornalmente conseguendo, di riuscire a mantenere questa costanza nel seguire Cambridge.

Le tue tesine sono stimolo e guida al miglioramento.

Ogni tuo commento ed osservazione sono altrettanto graditi. Ti saluto con un grazie per tutte le eneergie che dedichi disinteressatamente a tutti noi che ti seguiamo. Con sincero affetto.

Anselmo

RISPOSTA

Un esempio educativo per tutti

Ciao Anselmo, la cosa più sorprendente della tua esperienza è l’alto livello di vitalità e di entusiasmo che dimostri, e che dovrebbe far riflettere molta gente che piange e si lamenta pur non sapendo cosa sia un’operazione chirurgica.

Cinque interventi a metà giugno, contornati da altre situazioni patologiche e da valori ematici fuori norma, non sono cose facili da sopportare e gestire.

Invece hai saputo prendere il toro per le corna e saltarne fuori alla grande.

Affermare che il tuo sia un fulgido esempio per tutti, è dire poco.

Ci sarà sicuramente un periodo di crisi eliminativa, da sapersi prendere in modo sereno e

rilassato

Devo anche aggiungere che le tue condizioni hanno aspetti sbalorditivi.

Non so quanti farmaci tu abbia dovuto ingoiare nelle operazioni di giugno, ma immagino che siano stati parecchi.

Prevedo pertanto, nei mesi a venire, se continuerai di questo passo come è giusto fare, una serie di crisi eliminative con qualche disturbo ed intense emissioni di muco. Il tuo corpo non è ancora abbastanza forte per espellere tali veleni e il sistema immunitario attende il momento più opportuno per farlo.

E’ bene che tu sia preparato a questo.

Un’esperienza da raccontare e di cui essere fieri

Per il resto devi soltanto continuare la strada intrapresa e comunicare al mondo senza mezzi termini l’eccezionale esperienza di questi mesi.

Cosa che stai già facendo con questo tuo scritto.

L’apprendimento delle nozioni igienistiche, e l’uso corretto della respirazione ti aiuterà nella lenta ripresa verso il riequilibrio.

C’è poi il lavoro migliorativo nei riguardi di tua moglie. Le motivazioni dunque non mancano affatto.

Valdo Vaccaro – Direzione Tecnica AVA-Roma e ABIN-Bergamo