GLI SPERGIURI E I GRANCHI DELLA MALATISTICA

(dalla Conferenza ABIN-Bergamo del 5/4/2009)

Un autentico baratro ideologico tra medicina e igienismo naturale

 

Noi igienisti-naturali e noi etico-salutisti non siamo medici e, quando lo siamo, neghiamo e sconfessiamo una sostanziosa porzione dell’educazione medica che abbiamo nostro malgrado ricevuto.

Lo stesso Shelton sconsigliava i suoi alunni di laurearsi in medicina, mentre li spronava piuttosto a studiare naturopatia, fisica, chimica, biologia, e persino anatomia.

Il concetto igienistico di malattia è totalmente diverso da quello medico.

Per noi la malattia è … Leggi tutto

MENDELSOHN E GIOVANNETTI, DUE TEOREMI A CONFRONTO

 

Le opinioni al vetriolo di un famoso pediatra  Americano

 

Robert Mendelsohn non è un igienista-naturale alla Shelton, ma è altrettanto celebre in America e nel mondo per i suoi best-seller, piccanti e controcorrente.

I suoi libri stanno infatti in tutte le biblioteche che si rispettino, senza lasciar fuori quelle domestiche.

Non c’è Americano che, di fronte a un problema fisico suo o dei suoi familiari, ed in particolare dei suoi bambini, non dica  Vediamo cosa ne pensa Mendelsohn.

Medico Leggi tutto

LA DIETA DELLA SCIMMIA INTELLIGENTE E I PERVERSI COSTUMI DEI NATIVI

Le rivoltanti usanze degli indigeni

 

Mi è stato detto da una signora olandese, che mi viaggiava accanto in un volo tra Hanoi e Da Nang, che le tendenze nutritive degeneri e a volte orripilanti dell’ homo tropicalis, tipo buttarsi sugli scorpioni arrostiti (Thailandia), sul pesce marcio (Asia in genere), sui granchi legati e puzzolenti e in stato di quasi-decomposizione vivente (Hongkong), e altre amenità come il brodo di serpente (Indonesia), il pene della tigre e il fegato di scimmia (Malaysia), Leggi tutto

IL CIBO CHE RENDE INTELLIGENTI

 

Riassunto della puntata precedente

 

La dr Marta Erba, nel numero 193 di Focus, del mese in corso, ha scritto l’articolo  Come sviluppare la super-mente, affermando tra le altre cose quanto segue:

 

Bisogna mangiare vario, senza strafogarsi: chi ambisce ad un cervello brillante non ha chili di troppo.

Tra gli alimenti privilegia frutta e verdura, ricche di antiossidanti e di vitamine C ed E, ma non è vegetariano, altrimenti (avverte una recente ricerca dell’Università di Oxford), comprometterebbe l’ippocampo, la struttura Leggi tutto