LA TOMBA GASTROINTESTINALE DEI RESTI ALTRUI

L’utilizzo aberrante del proprio corpo come cloaca e come fossa biologica

Siamo dei patiti di Ugo Foscolo, eppure, per una volta, siamo costretti a dargli torto.

I suoi  Sepolcri non reggono più all’aggressione inesorabile del tempo.

Non è una questione di tombe che si sfaldano e di sentimenti umani che vengono a mancare.

E’ piuttosto un problema di nuove aberranti tendenze umane verso il crescente cannibalismo, verso l’utilizzo del proprio corpo non più come tempio della digestione e dell’assimilazione dei … Leggi tutto